ATTRVERSO LE PROVE LA VITA CI INSEGNA A RITROVARE IL NOSTRO POTERE. UN’ INSEGNAMENTO DI PARAMHANSA YOGANANDA

Paramahansa Yogananda, परमहंस योगानन्, ( 5 gennaio 1893 –  7 marzo 1952), è stato un Guru, Yogi, filosofo e mistico indiano.  Nato in un’agiata famiglia del Bengala, nel 1910 divenne discepolo di Swami Sri Yukteswar Giri, a sua volta discepolo di Lahiri Mahasaya come anche i suoi genitori.  Dopo aver  passato la sua giovinezza in India, nel 1920 si trasferì negli Stati Uniti d’America dove  trascorse gran parte della sua vita.

Sempre nel 1920 pose le basi dell’organizzazione Self-Realization Fellowship, che dal 1925 avrebbe avuto sede stabile a Los Angeles, con lo scopo di diffondere nel mondo, secondo le rivelazioni ricevute – oltre che dal suo maestro – anche dal santo himalayano Mahavatar Babaji, la sacra scienza del Kriya Yoga..

250_makha-avatara-babadzhi-maha-avata

Autore di numerosi libri rivolti alla crescita spirituale dell’ uomo, il suo Autobiografia di uno Yogi diventa  una delle opere sulla filosofia indiana più famose e apprezzate in Occidente, ed è divenuto un vero e proprio best-seller spirituale.

La prima edizione è stata pubblicata negli Stati Uniti nel 1946 e l’edizione definitiva nel 1951. Questo libro è stato pubblicato in tutto il mondo e tradotto in 35 lingue .

auto yogi

La prima edizione italiana risale al 1951, la seconda al 1962. Il libro e il suo autore ebbero grande risonanza in occidente soprattutto negli anni sessanta e anni settanta, per via delle connessioni fra la filosofia indiana e il pensiero hippie; tra l’altro, Yogananda è uno dei personaggi che appaiono nella copertina di Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band, il capolavoro dei Beatles.

Paramahansa Yogananda rimane a tutt’ oggi uno dei maestri spirituali più seguiti ed amati e sono sorte nel mondo numeroso comunità ispirate ai suoi insegnamenti.

In Italia è  presente la comunità di Ananda ad Assisi

http://www.ananda.it/

Fra i i molti suoi scritti di seguito si propone un insegnamento sulle prove della vita.Una visione diversa per accedere ad un livello di consapevolezza superiore.

Attraverso le prove noi impariamo le lezioni della vita. Le prove non sono
fatte per distruggerci: sono fatte per sviluppare il nostro potere. Esse fanno parte della naturale legge dell’evoluzione e ci sono necessarie, per avanzare da un livello più basso ad uno superiore.

Tu sei molto più forte di tutte le tue prove. Se non lo capisci adesso,
dovrai capirlo più tardi. Dio ti ha dato il potere di controllare la tua
mente e il tuo corpo e, così, liberarti dai dolori e dai dispiaceri. Non
dire mai “sono finito”. Non inquinare la tua mente pensando che se cammini
un po’ di più ti sforzerai troppo, o che, se non puoi avere un certo tipo di
cibo soffrirai, e così via.

Non permettere mai alla tua mente di ospitare pensieri di malattia, o di
limitazione: vedrai che il tuo corpo cambierà in meglio. Ricorda che la
mente è il potere che governa questo corpo, quindi, se la mente è debole,
anche il corpo diventa debole.

Non intrististi, o preoccuparti di nulla. Se rafforzi la tua mente non
sentirai sofferenze fisiche. Non importa cosa succede, devi essere
assolutamente libero nella tua mente.

Come in un sogno puoi pensare che stai male e, svegliandoti di colpo, vedi
che non è vero, così nello stato di veglia devi sapere che la vita non è
altro che un sogno. La mente non ha alcun legame con il corpo se non quello
che tu gli dai. Quando la mente potrà rimanere distaccata dal corpo a tuo
piacimento, tu sarai libero.

Ricorda che sei immortale. Per poter superare le prove della vita avrai
bisogno di ringiovanire sia il corpo che la mente. Dovrai sviluppare
l’elasticità
mentale. Se non puoi fare fronte alle prove della vita, sarai indifeso
quando i problemi e le tribolazioni arriveranno.

A volte, la vita sembra un gioco crudele. La sola giustificazione per questo
è che la realtà è solo un sogno. Hai avuto molte esperienze, attraverso
molte incarnazioni e ne avrai altre in futuro, ma non dovrebbero impaurirti.
Devi recitare tutte le parti in questo film della vita, dicendo a te stesso
“Io sono Spirito”.

Questa è la grande consolazione che la saggezza ci dà.

Realizza la presenza dell’infinito.

Guarda Dio, tuo Padre, il tuo Spirito, dietro le ombre. Nel profondo del tuo
essere realizza questo, indipendentemente da ciò che i tuoi pensieri
comandano. Non lasciare sedere nessuno sul trono del tuo cuore, se non Dio.

Se ami la creazione di Dio più di Dio stesso, sarai deluso. Dio deve essere
il primo e l’ultimo, sempre. Non seguire i dettami dei tuoi sogni terreni,
perché qualche volta i sogni si trasformano in incubi. Distruggi queste
illusioni risvegliandoti in Dio e sarai salvo per sempre.

 Paramhansa Yogananda – Inner Culture, aprile 1941

 

 

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...