LE 5 CREDENZE FONDAMENTALI CHE GOVERNANO LA NOSTRA VITA

Che cos’ è la Verità ?

La Verità è ritenere vero quello che crede la maggioranza delle persone, quindi adeguarsi alla massa,  oppure il suo contrario,  la Verità è ciò che è originale nascosto segreto e per pochi eletti.

Esiste poi una terza idea , quella che ritiene  la Verità come una cosa irragiungibile .

Qualunque sia la risposta questa dipende dalle proprie convinzioni personali , dal proprio sistema di credenze e dai propri valori, insomma ogni persona ha la propria verità, si crede di essere liberi e capaci di condurre la propria vita, quando in realtà siamo completamente governati da molte forze invisibili.

manipulacion

In particolare dall’ Analisi Transazionale , teoria psicoanalitica elaborata da Eric Berne negli anni cinquanta si possono ricavare 5 convinzioni fondamentali

1) NON POSSO FIDARMI DI NESSUNO

Questa è la convinzione principale, la base della piramide da cui dipendono tutte le altre, è una condizione di separazione totale da se stessi e dal mondo. Non c’ è niente di buono nella vita per cui non ci si può fidare di nessuno , dei genitori, degli amici , dello psicologo, del sacerdote e quindi nemmeno di se stessi E’ una condizione di assoluta mancanza di speranza e di Fede.
2) VISTO CHE NON POSSO FIDARMI DI NESSUNO DEVO TENERE TUTTO SOTTO CONTROLLO

Questa convinzione può diventare una forma ossessiva in quanto è impossibile controllare tutto,  ci sono molte cose che sono al di fuori del nostro controllo come le idee , le emozioni le parole e i sentimenti degli altri, oltre agli imprevisti di varia natura.Il controllo insieme al giudizio sono le due  principale limitazioni all’ evoluzione della coscienza.

control
3) DEVO FARE TUTTO DA SOLO

Visto che non ci si può fidare di nessuno e bisogna tenere tutto sotto controllo, bisogna fare tutto da soli , questo implica un grande pregiudizio verso tutte le altre persone che vengono ritenute inferiori  incapaci e indegne di rispetto.
Queste prime tre super credenze sono la base di quella che viene definita la “ Triade Narcisistica in cui si pone se stessi al centro del mondo. Considerando infatti tutti gli altri come esseri inferiori ci si ritiene detentori di tutte le verità e si è convinti di avere sempre ragione su tutto.

4) PUNIRE  I PROPRI GENITORI

Visto che ci trova soli ad affrontare il mondo malvagio si va ad individuare la responsabilità di tutto questo nei propri genitori.E’ una pulsione basilare che riguarda più o meno tutti , magari dopo 10 anni di analisi si può arrivare a comprendere questa grande verità.E non solo si va a cercare di punire i propri genitori, ma anche tutte quelle autorità  che ricoprono e interpretano questo ruolo, e quindi questo sentimento di punizione va a rivolgersi verso  la massima autorità interiore, cioè la propria Anima.Questo movimento interiore spinge quindi le persone ad un istinto autolesionista portandole a vivere una vita peggiore possibile.Il modo migliore di punire i genitori diventa quindi punire se stessi, impedendosi di realizzarsi , relegandoli così con il senso di colpa in uno stato di sottomissione.

5) RIFIUTARSI DI CRESCERE

Quest’ ultima è la conseguenza degli stadi precedenti , vista la difficoltà di rapportarsi col mondo, si decide di non crescere.Si diventa adulti si svolge un ruolo nella società ma in certe situazioni , nelle relazioni  , nella gestione delle proprie emozioni si riamane psicologicamente congelati all’ età di cinque o sei anni.
Tutte queste convinzioni alimentano , la paura , che a sua volta torna ad alimentare le convinzioni , in un circolo apparentemente senza uscita.
Una volta compreso bene lo schema, non è difficile liberarsi, basta solo un po’ di disciplina  e magari  l’aiuto di qualcuno che possa aiutare in una fase iniziale a riconoscere le proprie potenzialità. Bisogna però tenere presente che gli apparti di controllo sociali ,oggi più che mai attivi  e potenti , faranno di tutto per farti rimanere in questo stato a cominciare dalla scuola, per poi proseguire nel lavoro e con la paura generata dai media.

face-66317_1920
Ora sta a te , una volta compreso questo meccanismo,  puoi decidere di liberati.

L’atto di disobbedienza, in quanto atto di libertà, è l’inizio della ragione.

– Erich Fromm –


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...